A CARTE SCOPERTE Guida didattica

In questa selezione delle più belle lettere della famosa scrittrice, fatta da John Middleton Murry, suo marito, è possibile seguire gli ultimi dieci anni della vita di Mansfield: un periodo difficile trascorso perlopiù in casa, a causa dei gravi problemi di salute. Mio caro, non immaginare, perché hai trovato queste righe nel tuo libro segreto, che abbia commesso un indiscrezione. Tu sai che non è vero e in che altro luogo avrei potuto lasciare una lettera d amore? Poiché questa sera brucio dal desiderio di scriverti una lettera d amore. Sei tutto intorno a me mi pare di respirarti, udirti, di sentirti in me. Che cosa faccio qui? Tu non ci sei. Ti ho veduto nel treno, alla stazione, passeggiare, sederti sotto la lampada, parlare, salutare gente, lavarti le mani ... E sono qui nella tua tenda seduta alla tua tavola. Ci sono dei petali di violacciocche sul tavolo, e un fiammifero spento, una matita blu e un «Magdebrgische Zeitung 1. Sono altrettanto di casa quanto loro. Quando l oscurità è venuta, salendo dal silenzioso giardino a lambire le cieche finestre, il mio primo ed ultimo terrore ha cominciato di nuovo. Stavo facendo del caffè in cucina. stato così violento, così spaventoso, che ho posato la caffettiera e sono corsa via - corsa, corsa via dallo studio e giù nella strada, con la borsa sotto un braccio e un blocco di carta e penna sotto l altro. Ho pensato che se potevo arrivare qui, e trovare la signora E. in casa, sarei stata «salva . L ho trovata ed ho acceso il tuo gas, caricato il tuo orologio, ho tirato le tue tende ed ho abbracciato il tuo mantello nero prima di sedermi, non più spaventata. Non essere arrabbiato con me, Bogey. Ca a été plus fort que moi Ecco perché sto qui. Quando sei venuto per il tè, quest oggi, hai preso una brioche, l hai spezzata in due e ti sei imbottito la bocca del suo soffice interno, con due dita. Fai sempre questo, con un panino, con un pasticcino, con un pezzo di pane. la tua abitudine, e tieni la testa un po piegata da un lato. Quando hai aperto la tua valigia, ho veduto il tuo vecchio feltro e un libro francese e un pettine: tutto in gran confusione. «Tig, ho soltanto 3 fazzoletti. Perché questi ricordi devono essere così dolci per me? Un altra sera prima di entrare nel letto, completamente nudo, stavi parlando un poco piegato in avanti. stato soltanto un attimo. Ti ho veduto, ti ho amato tanto, amato il tuo corpo con tanta tenerezza. Ah, mio caro! E non sto ora pensando alla «passione , no, ma a quell altra cosa che mi fa sentire prezioso ogni pezzetto di te, le tue morbide spalle, la tua calda pelle, le tue orecchie fredde come sono fredde le conchiglie, le tue lunghe gambe e i tuoi piedi che mi piace stringere con i miei, il contatto dei tuo ventre, e la tua magra giovane schiena. Proprio sotto quell osso che sporge dalla tua nuca tu hai un piccolo neo. in parte la nostra gioventù che mi fa sentire questa tenerezza. Amo la tua giovinezza. Non potrei tollerare che fosse sfiorata nemmeno da un alito freddo, se fossi il Signore. Noi due abbiamo tutto davanti a noi, tu lo sai e faremo delle grandi cose. Ho piena fiducia in noi, ed è così perfetto il mio amore per te, che è come se fosse ancora silenzioso nel profondo della mia anima. Non voglio altri che te per amante e amico, e a nessun altro che a te sarò fedele. Sono tua per sempre. in R. Serra a cura di, Cara amata immortale, Bompiani, Milano 1998, p. 222 1 Magdebrgische Zeitung fu fino al 1944 il più antico giornale in lingua tedesca. 113 #amoresenza ne Lettera d amore di Katherine Mansfield (1888-1923: scrittrice) al marito John Middleton 11
A CARTE SCOPERTE Guida didattica