A CARTE SCOPERTE Guida didattica

Documenti L esistenza del male nel mondo come viene spiegata dalla dottrina della creazione secondo cui Dio ha guidato il processo evoluzionistico? catastrofi, le malattie, i delitti sono l inevitabile costo di una creazione cui è stato permesso di farsi da sola. Un esempio: gli stessi processi biochimici portano da un lato alcune cellule a produrre nuove forme di vita, dall altro possono indurre mutazioni maligne. Più comprendiamo scientificamente ciò che avviene nella natura e più il mondo ci appare come un pacchetto integrato, una sorta di «tutto compreso dal quale non è sempre possibile prendere ciò che è buono ed eliminare ciò che è cattivo. Quanto accade non è tutto in sintonia con la volontà diretta di Dio. Perché la creazione comporta un autolimitazione del potere divino. Contrariamente a quanto sembrano presupporre scienziati come Stephen Hawking, secondo i credenti Dio creatore non si è limitato ad accendere il fantastico fuoco d artificio del big bang, ritirandosi poi subito dalla scena, ma continuamente tiene in essere il mondo. Appena Darwin pubblicò l origine delle specie, un prete anglicano, Charles Kingsley, coniò un concetto e una frase: «Dio non ha creato un mondo pronto per l uso ma lo ha creato in grado di farsi da solo . E io aggiungo: non ha allestito un divino teatro dei burattini. Il creatore infatti interagisce con le creature senza schiacciarle con la sua volontà; a loro è permesso di essere se stesse e di realizzarsi da sole. Le #umanamente Il dilemma del male è sempre stato uno dei grandi interrogativi che ha sfidato la ragione umana. Che cosa è il male? A che cosa serve? Da dove viene? Inoltre ha sempre posto questioni difficili da risolvere per l umana ragione: come conciliare razionalmente l esistenza del male con quella di un Dio infinitamente buono e onnipotente? Posto che il dolore rimane nella sua essenza più profonda un mistero, si può prendere in considerazione la riflessione fatta da John Polkinghorne, professore di matematica e fisica all Università di Cambridge e prete anglicano, in una intervista svolta nel 2004 su questo tema. 10 Tratto da un intervista di l. Dell Aglio a John Polkinghorne, in Avvenire del 14 ottobre 2004 1. Quali sono gli interrogativi esistenziali che sono trattati nel brano? .................................................................................................................................................................................................................................................................................................. .................................................................................................................................................................................................................................................................................................. .................................................................................................................................................................................................................................................................................................. 2. Quale immagine della creazione viene fuori dal testo? .................................................................................................................................................................................................................................................................................................. .................................................................................................................................................................................................................................................................................................. .................................................................................................................................................................................................................................................................................................. 3. Quale rapporto si configura tra creato e creatore? Quale il ruolo della libertà? .................................................................................................................................................................................................................................................................................................. .................................................................................................................................................................................................................................................................................................. .................................................................................................................................................................................................................................................................................................. 101
A CARTE SCOPERTE Guida didattica